Virus Zika, trasmissione sessuale

Il virus Zika nelle ultime settimane sta facendo molto parlare di sé. La malattia è conosciuta già da parecchi anni ma non essendo mortale ed essendo sempre rimasta confinata in zone specifiche del globo non ha mai destato particolare interesse. La preoccupazione però è aumentata notevolmente negli ultimi tempi poiché si ritiene che il virus, pur non essendo letale, possa causare casi di feti microcefali nelle donne incinte che vengono contagiate.

Notizia ancora più allarmante arrivata nelle ultime ore è che a quanto pare lo Zika possa trasmettersi anche sessualmente o attraverso il sangue e non solo tramite la puntura delle zanzare incriminate. Questo ha destato parecchia preoccupazione in tutti coloro che per lavoro o per piacere devono recarsi in uno dei paesi più a rischio.

I medici consigliano quindi di prendere le precauzioni del caso qualora ci si trovasse ad avere rapporti fisici con persone residenti in quella zona, l’ uso del preservativo può infatti evitare il contagio. Viene anche sconsigliato di donare il sangue se si è tornati da poco dalle zone infette onde evitare la diffusione incontrollata.

Ribadiamo che il virus non è pericoloso e che il suo rapporto con le microcefaliti non è attualmente dimostrato al 100%, ma come misura preventiva se siete in dolce attesa evitate se possibile di recarvi nei paesi a rischio, e qualora dovesse essere necessario assumete tutte le precauzioni indicate dal vostro medico.

Se siete contagiati e non in gravidanza mettetevi a letto ed evitate di assumere aspirine, i sintomi dovrebbero svanire come quelli di una normale influenza nel giro di pochi giorni, ma naturalmente in caso di dubbi chiedete consiglio al vostro medico curante.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required