Agopuntura, benefici reali o fenomeno di massa?

agopuntura

Da molti anni si è diffusa anche in occidente la pratica terapeutica denominata Agopuntura. Tale disciplina medica di origini cinesi, ha millenni di storia alle spalle e consiste nel curare il corpo stimolandone determinati nodi energetici con l’inserimento di piccoli aghi. Per quanto possa sembrare una tecnica fantasiosa, studi hanno dimostrato degli effettivi benefici.

Approfondendo tale teoria possiamo scoprire come, secondo gli antichi cinesi, il corpo umano sia attraversato da veri e propri canali energetici denominati meridiani. Quando lo stress blocca il corretto afflusso di energie attraverso questi canali, si presentano diverse patologie. Stimolando quindi punti specifici collegati ai suddetti canali, si riattiverebbe il regolare flusso energetico, portando alla guarigione del paziente.

Ora analizzando l’agopuntura da un punto di vista prettamente scientifico, possiamo dire che molti studi sono stati fatti in merito alla reale efficacia o meno di tale pratica, ed i risultati sono stati a volte contrastanti. Ciò che emerge dagli studi effettuati infatti è che l’agopuntura ha una sua concreta validità verso determinati tipi di dolori e senso di nausea, mentre è del tutto inefficace verso altre patologie. Insomma non si tratta della panacea di tutti i mali, ma può aiutare il paziente ad alleviare fino a far scomparire alcuni tipi di dolore e la nausea, quindi una sua efficacia, seppur limitata a casi specifici, ce l’ha.

Naturalmente, come ogni terapia medica, è sempre meglio rivolgersi al consiglio di esperti che potranno guidarvi nella giusta direzione da prendere per curare il vostro problema. L’informazione è in definitiva la cura migliore che possiate dare a voi stessi.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required